Come adottare una scimmia

Volete sapere come adottare una scimmia? Bisogna fare molta attenzione, perché le normative vigenti in Italia sono davvero stringenti su questo argomento. Continuate a leggere per saperne di più e per scoprire come muovervi in questo ambito così specifico.

Come adottare una scimmia: la normativa vigente

Sono in molti a pensare di tenere una piccola scimmia come animale domestico. Ne esistono di diverse specie, e alcune mantengono delle dimensioni piuttosto minute, ideali per chi vive in appartamento. Si resta spesso affascinati dalla possibilità di addestrare le scimmie, trattandosi di veri e propri primati. Il loro addestramento può portarsi molto oltre rispetto a quello, già molto avanzato dei cani.

Ci ritroviamo a fermare fin da subito il vostro desiderio: in Italia non è possibile tenere in casa una scimmia. Si tratta di un provvedimento a tutela della salute e del benessere dell’animale, ma andiamo con ordine, partendo proprio dalla normativa. Nel 1996 è entrata in vigore una specifica normativa sul possesso di animali esotici, come appunto le scimmie e in generale i primati. Secondo tale norma è illegale sia l’importazione che l’esportazione, e anche la compravendita di questi animali. Ciò significa che in caso di acquisto saremo punibili anche noi dalla legge.

Tale normativa non è valida per tutte quelle istituzioni e quegli enti che invece hanno come compito quello di salvaguardare queste specie. Un esempio sono gli zoo, dove viene ricreato, seppur in cattività, un habitat ideale per tutti gli animali.

Attenzione: è possibile una eccezione a quanto previsto. La legge non è retroattiva, per cui se qualcuno ha una scimmia in casa da prima dell’entrata in vigore della legge può continuare a tenerla. Ad oggi questa situazione è molto difficile che si verifichi, visto che sono passati più di 25 anni, e la vita media delle scimmie raramente supera questo limite.

I motivi del divieto

Quali sono i principali motivi del divieto? Dietro a questa decisione c’è la ben precisa volontà di salvaguardare il benessere dell’animale. Per una scimmia, abituata a vivere in libertà, con ampi spazi di movimento, un semplice appartamento può risultare limitante e problematico. Il rischio per la scimmia è quello di sviluppare forme di depressione, anche perché è abituata a vivere in brando, dove la solitudine è assente. Al contrario in un appartamento potrebbe restare sola per buona parte della giornata, finendo così per soffrire l’assenza di socialità.

Inoltre si è voluto scoraggiare il traffico illegale di questi animali, che dai Paesi esotici arrivavano in Italia in condizione a volte piuttosto disastrose. Per un animale un viaggio dall’Asia fino all’Italia può essere molto pericoloso. Per affrontarlo è necessario prendere determinate precauzioni e far seguire il viaggio da vari esperti.

Fate attenzione oggi se qualcuno vi offre l’acquisto di una scimmia, il rischio di finire coinvolti in un pessimo giro è alto. Il prezzo può essere di diverse migliaia di euro, ma in caso di guai con la legge potreste pagare molto di più. Come detto nel paragrafo precedente è illegale non solo la vendita, ma anche l’acquisto di questi animali esotici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.